Skip to main content

4 dicembre 2019 7 Minuti e 30 Secondi letti

Aggiornamento della ricerca locale di novembre 2019 e impatto sui siti web

    L'aggiornamento di Google "Bedlam" /Ricerca locale di novembre 2019

    Novembre è stato un mese pazzesco in termini di volatilità delle classifiche nelle ricerche localirelative alle inserzioni di Google My Business, con alcuni siti web che si spostano su e giù nella SERP, senza apportare modifiche al loro contenuto. Gli esperti SEOin tutto il Web hanno concluso che questo è il risultato di importanti aggiornamenti all'algoritmo di ricerca locale di Google. Ma dal momento che le tendenze si stanno ancora invertendo, da forti cali di classifica un giorno, a improvvisi rialzi il giorno successivo, è stato quasi impossibile capire cosa sta succedendo esattamente e quando l'aggiornamento sarà completamente implementato.

    Tanto che Joy Hawkins, importante esperta della community SEO, ha soprannominato il cambiamento “the Bedlam update”(dove il termine bedlam è stato usato in passato per riferirsi a un manicomio, o almeno per definire un caotico stato di avanzamento). Google ha confermato l'aggiornamento solo all'inizio di dicembre, lasciando gli specialisti e i proprietari di siti Web all'oscuro per la maggior parte di novembre. Il nome ufficiale che hanno dato a questo aggiornamento è Aggiornamento ricerca locale di novembre 2019.

    Questa evoluzione più recente ha a che fare con le ricerche locali. A partire dal 5 novembre, molti account Google My Businesshanno subito cambiamenti estremi senza alcuna regola apparente dietro di essi. Alcuni che avevano ricoperto per anni posizioni forti su determinate parole chiave sono stati gravemente retrocessi, mentre in alcuni giorni particolari voci di spam e posizioni false hanno guadagnato visibilità sulla mappa di Google e hanno preso il loro posto. Quindi la tendenza verrebbe in parte invertita e gli spammer rimossi. Se eri un piccolo imprenditore con una scheda in Google My Business, potresti averlo sentito nel numero di clic in diminuzione dai referraldi Google e nelle statistiche GMB. In alcuni casi, questo ha sicuramente avuto un impatto importante sul business as usual.

    Le ricerche localisono una parte importante dell'universo di Google in questo momento. Con la presenza onnipresente degli smartphone, ci si aspettava un cambiamento nelle intenzioni di ricerca. Le persone che ora utilizzano Google sui loro telefoni spesso eseguono query di ricerca orientate a livello locale per trovare l' attività più vicina che soddisfi le loro esigenze immediate.

    E ci sono alcune statistiche molto interessanti a conferma di ciò. Lindsay Kolowich ha messo insieme un elenco di tali statistiche su Hubspot, a giugno 2019, aggregate da altre fonti. Secondo questo elenco, il 46% di tutte le ricerche su Google cerca informazioni locali. E queste non sono solo ricerche informative, ma orientate all'azione, il che significa che hanno un grande valore. In effetti, un'altra statistica nell'elenco afferma che un enorme 88% delle ricerche di attività commerciali locali è seguito dall'utente che chiama o visitauna di queste attività nelle 24 ore successive.

    Quindi è giusto dire che questi elenchi locali sono di grande valore per le imprese locali, grandi e piccole. Con il Natale alle porte, stiamo assistendo a un momento cruciale per essere visibili online e offline, con molti imprenditori che fanno molto affidamento sui saldi delle festività natalizie. Motivo in più per loro di stare in allerta per gli aggiornamenti dell'algoritmo di Google che potrebbero cambiare il modo in cui funzionano le cose.

    In che modo il più recente aggiornamento dell'algoritmo di Google del 2019 influisce sulle ricerche locali

    Come proprietario di un sito Web o agenzia che lavora per altri, non c'è molto da fare fino a quando questa volatilità non si calma e possiamo trarre alcune conclusioni. Fino ad allora, non dovresti fare mosse di panico e controlla solo di essere in linea con i consigli ufficiali sulla pagina di supporto di Google, che ha una sezione sul miglioramento del ranking locale.

    C'è una "santa trinità" di fattori elencati lì, che sono una chiara indicazione di come funziona l'algoritmo di ricerca locale, ma il peso di uno qualsiasi di questi tre fattori nell'algoritmo è sconosciuto. Alcuni sospettavano che l'aggiornamento della bolgia stesse cambiando la distribuzione del peso tra questi tre:

    • Rilevanza: non c'è molto che puoi fare in termini di pertinenza se non assicurarti che il tuo account abbia il maggior numero possibile di informazioni. Google determinerà la pertinenza in base alle informazioni che recupera da questi dettagli e deciderà se è pertinente in relazione alla query di ricerca

    • Distanza- ancora una volta, non c'è niente che tu possa fare al riguardo. Alcuni "esperti" SEO black hatpotrebbero tentare di ingannare il sistema aggiungendo tonnellate di posizioni false in una città o addirittura in un intero paese, per aumentare le probabilità di essere mostrati per una ricerca locale. Alcune di queste aziende potrebbero in realtà non avere alcun ufficio. Il loro successo è probabilmente di breve durata poiché rischiano di essere segnalati da altri utenti.

    • Prominenza- questo è qualcosa costruito nel tempo e ha a che fare con il marchio e la reputazione che un'azienda ha lentamente rafforzato

    Aggiornamento: a partire dal 2 dicembre, Google ha rilasciato una dichiarazione in cui spiega che i risultati di ricerca locali (basati sugli elenchi di Google My Business) hanno iniziato a utilizzare la corrispondenza neurale, causando quindi importanti modifiche al fattore "rilevanza".

    Cosa significa questa corrispondenza neurale per la scheda della tua attività?

    Significa che è stato fatto un passo avanti e che le ricerche locali non si baseranno più solo sulla corrispondenza esatta delle parole tra la query e gli elenchi per determinare la pertinenza. Significa che il sistema apprende dalle query precedenti e comprendel'intenzione delle persone che eseguono le ricerche. Può anche eseguire analisi semantiche e cercare determinate strutture testuali nei dettagli aziendali locali.

    In questo contesto, Google ha raccomandato proprio quello che stavamo sottolineando prima: che gli imprenditori non facciano nulla di nuovo. Dovrebbero solo assicurarsi di fornire informazioni accurate, pertinenti e complete nei loro profili. L'algoritmo farà il resto. Una cosa che possiamo aggiungere è che i proprietari di siti Web non dovrebbero ottimizzare eccessivamente, nel senso di inserire parole chiave nei nomi delle loro attività o in altri campi nei loro profili.

    Il rappresentante di Google SearchLiaisonDanny Sullivanha risposto a una domanda su Twitter dicendo esattamente che l'aggiornamento sta "aiutando le aziende a non sentire la pressione di dover inserire ogni parola chiave nel loro nome".

    Sebbene Google abbia anche affermato che il lavoro principale sull'algoritmo è terminato, migliorerà attivamente il sistema nel prossimo futuro, il che significa che le classifiche potrebbero ancora salire e scendere molto per le ricerche locali. Molti utenti stanno ancora segnalando risultati insoliti nella ricerca locale, alcuni dei quali potenzialmente spam:

    L'ultimo aggiornamento di Google non risolve gli elenchi di spam

    Come segnalato da molti utenti, ci sono molti problemi con la pertinenza e l'onestà di alcune delle inserzioni su Google My Business. E l'aggiornamento di novembre 2019 non ha ancora risolto questo problema. Navigando nella mappa di Google, potresti trovare alcuni dei seguenti schemi:

    • Ripieno di parole chiave (di solito orientate alla posizione) nel nome dell'attività,anche se non fanno parte del nome ufficiale

    • Posizioni false sulla mappa.Come possono aggiungere posizioni false se devono confermarle utilizzando il codice nella cartolina di Google? Il modo più comune è semplicemente affittare una casella postale o far indirizzare la cartolina a una casa residenziale, piuttosto che a un ufficio con personale. In alcuni casi, se la verifica dell'indirizzo non funziona utilizzando il codice della cartolina, Google consentirà la verifica della posizione telefonicamente, consentendo ancora una volta ai truffatori di presentarsi per una posizione di cui non sono effettivamente proprietari.

    • Inserzioni che imitano altre attività e reindirizzano a numeri di telefono della concorrenzaper rubare clienti

    • Recensioni false

    • Elenchi SAB (basati sull'area di servizio) a più posizioni,per classificarsi in più aree. È vero che, per alcuni tipi di attività, l'indirizzo dell'attività non è rilevante, se il cliente normalmente non avrebbe bisogno di visitare la sede. Prendi l'esempio di un idraulico che lavorerebbe presso le sedi dei suoi clienti, non nel suo ufficio. Per queste situazioni, l'azienda ha la possibilità di nascondere l'indirizzo in GMB e, invece, mostrare un'area che serve. Questo è stato abusato da alcuni.

    Facendo riferimento all'ultimo di questo elenco, l'unico modo in cui è consentito avere più sedi è se queste sono gestite e gestite separatamente e sono registrate con nomi commerciali diversi. Un franchising è uno di questi esempi che non viola le regole.

    Diversi gruppi su Internet stanno cercando di combattere questo problema incoraggiando gli utenti a ricontrollare la validità delle posizioni delle mappe e delle informazioni sull'attività su Google, prima di contattare un'attività. Un modo semplice per farlo è utilizzare Street View per vedere se c'è un cartello che pubblicizza l'attività a quell'indirizzo e se il nome su quel cartello è corretto. Se gli utenti sospettano che l'azienda stia utilizzando tattiche fuorvianti per posizionarsi più in alto nelle classifiche di ricerca locali, sono incoraggiati a segnalarlo o a modificare la voce per riflettere le informazioni corrette.