Skip to main content

Zangola

TL; DR

Churn rappresenta la percentuale di clienti persi in un determinato intervallo di tempo (ad es. un anno, un trimestre, ecc.) e può essere calcolata dividendo il numero di clienti persi per il numero di clienti iniziali in tale intervallo di tempo.

Churn = (Nlc/Nic)*100

Nlc = Numero di clienti persi Nic = Numero di clienti iniziali

Qual è il tasso di abbandono del cliente?

Il tasso di abbandono dei clienti, noto come tasso di abbandono, rappresenta la percentuale di clienti che hanno smesso di utilizzare il tuo prodotto o servizio in un intervallo di tempo specifico (ad esempio, un trimestre, un anno). Mentre la maggior parte delle aziende calcola l'abbandono in base al numero o alla percentuale di clienti persi, alcune applicano la stessa formula (e termine) per calcolare la percentuale di entrate ricorrenti perse. Perché il tasso di abbandono del cliente è importante? I clienti a lungo termine sono i migliori per le entrate aziendali, poiché costa di più acquisirne di nuovi che mantenere impegnati quelli attuali! Conoscere il tasso di abbandono aiuta un'azienda a capire se il processo di acquisizione rispetto al processo di conservazione sta funzionando e dove è possibile ottimizzare i processi per ottenere maggiori entrate e una vita più lunga del cliente. Un processo di conservazione stabile significa maggiori entrate e minori costi di acquisizione!

Come calcolare il tasso di abbandono

Calcola il tasso di abbandono dividendo il Numero di clienti che hanno cancellato il tuo servizio in un intervallo di tempo specifico (ad esempio un anno) per il Numero di clienti che avevi all'inizio di quel periodo.

Churn = (Nlc/Nic)*100Nlc = Numero di clienti persi Nic = Numero di clienti iniziali

Supponiamo di iniziare l'anno con 1200 clienti e di terminare con soli 900. Churn = (300/1200)*100 Churn = 25%

300 rappresenta il numero di clienti persi (1200-900=300) e il tuo tasso di abbandono sarebbe del 25% perché hai perso il 25% dei tuoi clienti.