Skip to main content
Piattaforme

Perché passare da Google Analytics a Visitor Analytics oggi

Google Analytics è uno dei più avanzati strumenti di analisi web disponibili al momento, ma il suo utilizzo, nell'attuale contesto delle preoccupazioni sulla privacy in internet, è diventato un problema. L'incapacità di Google (o l'incapacità dei siti web che utilizzano il loro servizio) di rispettare pienamente la normativa sulla privacy ha portato il loro servizio di analisi sotto i riflettori, in modo negativo. I recenti avvenimenti dimostrano che il discorso si è già trasformato in azione ed è giunto il momento di cercare alternative a Google Analytics.

Perché Visitor Analytics è un'alternativa a Google Analytics?

Perché non c'è un monitoraggio incrociato

Avete mai notato gli stessi annunci che vi seguono nei siti web che navigate, promuovendo qualcosa a cui siete attivamente interessati? La maggior parte delle volte, subito dopo aver visitato una pagina di un prodotto o aver fatto una ricerca su Google, vieni bombardato da annunci per quel prodotto o per un prodotto correlato.

Come è possibile? A causa delle aziende che utilizzano il cross-site tracking.

Il cross-site tracking avviene quando le aziende di internet seguono letteralmente l'attività di un utente da un sito all'altro, raccogliendo informazioni personali nel processo. Queste informazioni personali sono generalmente utilizzate per creare le cosiddette personas degli utenti e servire la pubblicità basata su di esse.

Se il vostro sito web utilizza Google Analytics, quando qualcuno visita il vostro sito, questi dati personali vengono forniti ai loro servizi pubblicitari, consentendo alle aziende di indirizzare la pubblicità. In questo modo si rende possibile il remarketing e si finisce per conoscere gli interessi dei visitatori e la cronologia delle ricerche. Ma questa è una violazione inaccettabile della privacy, a meno che questi visitatori non accettino il processo in anticipo.

Visitor Analytics non si impegna a effettuare un monitoraggio incrociato dei siti. I dati non vengono trasmessi a nessun altro servizio. Quindi, le persone che visitano i siti web che utilizzano Visitor Analytics, invece di Google Analytics, possono garantire ai propri utenti che la loro attività non sarà utilizzata per attività pubblicitarie potenzialmente intrusive.

Nessuna vendita di dati

Peggio ancora, i dati memorizzati da una società vengono spesso venduti ad un'altra, e l'utente si trova nella posizione di essere sopraffatto da diversi servizi, di cui può o non può essere a conoscenza.

Ai sensi del CCPA (California Consumer Privacy Act), è ora illegale per le aziende vendere i dati degli utenti senza informarli adeguatamente in anticipo.

Visitor Analytics non si impegna a vendere alcun dato e, come indicato nel loro Accordo sulla privacy dei dati, il proprietario del sito web è l'unico proprietario dei dati. Egli può scegliere di memorizzarli, cancellarli o utilizzarli a propria discrezione.

Cookies di Google Analytics

Ci sono vari modi in cui aziende come Google Analytics possono eseguire il cross-site tracking. Il più comune è attraverso l'uso di cookie, piccoli file che vengono installati automaticamente sul dispositivo di un visitatore al momento della visita di un sito. Un singolo sito web può caricare decimi di cookie, per vari scopi e da diverse terze parti, come, ad esempio, Google Analytics.

Ai sensi della GDPR e di altre norme sulla privacy, i proprietari di siti web sono tenuti a trattenere tutti questi cookie fino a quando non vengono accettati dal visitatore. Un semplice banner con un solo pulsante non è sufficiente. Le persone devono essere informate sullo scopo e sulle particolarità di ogni cookie e dare un consenso separato e distinto per quelli che accettano di essere caricati.Non farlo è illegale ed espone i proprietari del sito web a multe. Infatti, già nell'ottobre del 2019 abbiamo assistito a centinaia di migliaia di reclami rivolti in particolare ai siti web che non hanno implementato correttamente i cookie di Google Analytics.

In pratica, questo processo può essere difficile da implementare da parte dei proprietari di siti web, e molti di loro non rispettano ancora questa regola. Tuttavia, gli utenti devono avere la possibilità di scegliere di non essere rintracciati con i cookie, prima che uno di essi venga caricato.

Cosa succede se il visitatore non accetta il cookie? Allora le visite da quell'IP non saranno tracciate, con il risultato di dati analitici inattendibili per i proprietari del sito web, che potrebbero vedere meno visite di quante effettivamente ne ricevono.

Tracciamento senza cookie

Qual è l'alternativa? Visitor Analytics ha ora sviluppato una soluzione denominata cookieless tracking. Questa tecnica rivoluzionaria fa esattamente quello che dice il nome: web analytics senza cookie. I dati necessari per comprendere il traffico del sito web possono essere ottenuti senza l'invasione della privacy. Per analogia, utilizza una sorta di impronta digitale per identificare i visitatori che ritornano. Questa non viene memorizzata sul dispositivo dell'utente e può servire solo a scopi statistici.

I proprietari di siti web devono ottenere il consenso per le applicazioni che utilizzano il tracciamento senza cookie? Il bello è che i proprietari di siti web non hanno bisogno di alcun consenso per questo, in quanto non vengono utilizzati cookie. Così, si ottengono comunque le statistiche del traffico senza alcun mal di testa:

  • non c'è bisogno di opt-in & nessun banner cookie
  • nessun rischio di multe
  • nessun rischio di ottenere dati troncati
  • la privacy delle attività online è rispettata e il monitoraggio incrociato dei siti è impossibile

Perché i browser bloccano attivamente Google Analytics

Abbiamo visto alcune iniziative di Firefox Mozilla e di Brave, che mirano a rimuovere ogni traccia di terze parti dai loro browser. Anche altri stanno seguendo questo approccio. Secondo quanto riferito, Safari ha già bloccato Google Analytics sui siti web.

Che cosa significa questo? Significa che se si utilizza Google Analytics, si perde una grande quantità di dati delle sessioni dei visitatori. Non sarà possibile vedere le visite di Safari e, presto, questo sarà anche il caso della maggior parte degli altri browser. I vostri dati saranno troncati, lasciandovi al buio.

Qual è l'alternativa? L'approccio senza cookie di Visitor Analytics risolve anche questo problema. Niente cookie significa che non c'è nulla da bloccare. Con Visitor Analytics potrai comunque vedere il 100% delle tue visite nella tua dashboard, indipendentemente dal browser.

Anonimizzare gli IP con un clic

Google Analytics ha adottato alcune misure per cercare di essere più conforme alle nuove leggi e, in teoria, il proprietario del sito web può cercare di utilizzarlo senza violare le leggi sulla privacy di Internet. Ma anche questo può essere molto difficile da attuare.

Una di queste difficoltà è l'anonimizzazione degli IP (che sono considerati dati privati). È necessario aggiungere manualmente del codice allo script di tracciamento di Google Analytics per impedire la raccolta di IP.

Visitor Analytics consente di rendere anonimi gli IP con un clic nel pannello delle impostazioni. Pertanto, Visitor Analytics non riceverà informazioni esatte sull'IP se non lo desiderate.

Altre caratteristiche

Infine, ma non meno importante, Visitor Analytics offre una maggiore varietà di funzionalità, non limitata alle statistiche di traffico del sito web. Nella stessa app, si ottengono le registrazioni delle sessioni dei visitatori, le mappe di calore e gli imbuti di conversione. Anche altre funzionalità sono in fase di sviluppo. Questo è ciò che la rende più che un'alternativa rispettosa della privacy a Google Analytics.